Convegno di Merqurio sui trasporti, al centro del dibattito il rafforzamento dei collegamenti tra Napoli e gli altri comuni dell’area metropolitana

0

Nel mese di dicembre, come associazione Merqurio, nell’ambito dell’attività convegnistica che continua ad essere alimentata dalla partecipazione di tanti associati, abbiamo organizzato un confronto sul tema “Il sistema dei trasporti in Campania”, coordinato dal consigliere regionale Gianluca Daniele, al quale hanno preso parte il presidente Eav, Umberto De Gregorio, l’amministratore unico dell’Anm, Ciro Maglione, il presidente della commissione Trasporti della Regione Campania, Luca Cascone, il segretario generale della Filt Cgil Campania, Natale Colombo, il segretario generale della Fit Cisl Campania, Alfonso Langella, e Antonio Aiello, segretario generale della Uil Trasporti Campania.
Un dibattito a tutto campo che, partendo da un’analisi del sistema trasporti alla vigilia dei nuovi bandi sulle linee che effettuano trasporti passeggeri, si è aperto inevitabilmente ad un sereno confronto sui temi della sicurezza dei lavoratori del settore. Dalla discussione è emerso il quadro generale del sistema, che vede oggi operanti le compagnie EAV, ANM e CTP, ma che si aprirà al nuovo soggetto Ferrovie dello Stato o a consorzi che parteciperanno ai prossimi bandi di gara sulla gestione delle linee.
Punto delicato, che è subito venuto fuori dal dibattito, è la disparità del servizio tra i diversi territori della Campania e la qualità dello stesso. Significativo l’intervento del sindaco di Arzano, Fiorella Esposito, che ha rappresentato le difficoltà dei comuni dell’area nord di Napoli nel collegarsi con il capoluogo, e come il tema dell’intensificazione del servizio nelle aree periferiche sia uno di quelli sui quali porre maggiore attenzione relativamente ai comuni del Napoletano.
E’ stato, inoltre, sottolineato come la fermata di Secondigliano della metropolitana possa essere un riferimento per le linee provenienti dai comuni dell’area nord della città metropolitana verso il capoluogo. Su queste sollecitazioni, sia De Gregorio che Maglione hanno assicurato che si sta lavorando per migliorare la fruibilità dei servizi già a partire dai prossimi mesi. Un’occasione può essere il potenziamento dei servizi di trasporto locale in funzione dell’apertura dell’Ospedale del mare, punto di riferimento socio sanitario per tutto il territorio circostante.
Il convegno si è soffermato molto anche sulla condizione attuale di EAV e ANM, con la prima (Ente Autonomo Volturno) che, dopo aver sanato la propria situazione, vive un momento di rilancio del servizio in termini di nuovi mezzi e di intensificazione delle linee. Diversa la situazione dell’ANM sulla quale gravano pesantemente, invece, l’assenza di progetti e di investimenti che hanno fatto accumulare una difficile situazione debitoria la quale, nonostante le iniziative giudicate unanimamente di rilancio da parte di Maglione, necessita di un intervento strutturale di risanamento finanziario.
Proprio sull’ANM, i rappresentanti sindacali hanno sostenuto che la riorganizzazione dell’azienda e dei servizi non può e non deve avvenire a scapito dei lavoratori. Sono impensabili, secondo Cgil, Cisl e Uil, azioni unilaterali sul costo del lavoro e una diminuzione sui capitoli di spesa relativi alla sicurezza.
Nel corso del dibattito, tutti i relatori hanno concordato sull’esigenza di intraprendere percorsi ampi di confronto sul futuro del trasporto in Campania, come sottolineato, in particolare, dal presidente della commissione trasporti del Consiglio regionale, Cascone.
All’iniziativa, che ha visto una larga partecipazione di lavoratori del settore e di rappresentanti di amministrazioni locali, hanno preso parte anche esponenti di associazioni presenti sul territorio regionale, come quelle dei Pendolari di Casalnuovo e dei viaggiatori della Valle Caudina.

Share

Autore

Osvaldo Barba

I commenti sono chiusi.